MOSTRO FIRENZE
La macabra cronistoria degli omicidi del Mostro di Firenze
.:Introduzione
.:1981
.:1982 e 1968
.:1983 e 1984
.:1985
.:1982 e 1968

19 giugno 1982
Sette mesi dopo.
Sulla Provinciale, a Baccaiano di Montespertoli, venticinque chilometri a sud di Firenze, una slargo nascosto dalla vegetazione.
Paolo e Antonella si sono appena fermati con la loro Seat 147 o forse stanno ripartendo quando vengono colpiti. Un colpo a Paolo chino sul cruscotto a mettere in moto e uno ad Antonella. Paolo ferito avvia il motore ma finisce con le ruote di dietro nel fosso dalla parte opposta della strada, bloccato.
Quando arrivano i carabinieri Paolo è vivo ma morirà in ospedale senza aver ripreso conoscenza. Antonella invece è morta.
Chi li ha uccisi ha sparato altri sette colpi sui ragazzi. Questa volta non ha infierito su Antonella, forse perché l'auto era in mezzo alla strada, troppo visibile. Ma i nove bossoli ritrovati sul posto sono calibro 22 Long Rifle Winchester.

A questo punto un maresciallo del Comando del gruppo di Firenze si ricorda un passato strano delitto.

21 agosto 1968.
Un uomo dorme a casa sue ma alle due di notte, in un paesino vicino Signa, viene svegliato da una scampanellata forte. L'uomo si affaccia.
C'è un bambino di sei anni, piccolo, assonnato che gli chiede di aprirgli la porta.
Il bambino dice che c'è la sua mamma con lo zio che sono morti in macchina.
L'auto è una Giulietta ferma sull'argine del torrente Vignone in uno spiazzo nascosto. Dentro ci sono un uomo e una donna uccisi da quattro colpi ciascuno, calibro 22. Stavano facendo l'amore sul sedile del passeggero reclinato. Sul sedile di dietro c'era il bambino, Natalino, che ha sei anni e otto mesi e stava dormendo. Lo hanno svegliato gli spari.
Un uomo lo ha preso in braccio, lo ha caricato sulle spalle e lo ha portato fino in paese. Per tenerlo buono gli ha cantato La Tramontana. Poi lo ha lasciato davanti a quella casa.
Per questo delitto l'assassino c'è ed è in galera. Si chiama Stefano Mele, marito della donna uccisa. La pistola l'ha buttata. Prende sedici anni e al momento dei delitti del Mostro è ancora in galera.

Continua: 1983 e 1984
By site.mostrofirenze